Skip to content

PER IL SOCIALE

PER IL SOCIALE

Per il sociale

Questo è più di un lavoro

Cristian Sarzi Amadè, il titolare e vera “forza motrice” di Mantova Pane, ha da sempre un approccio alla vita ed al lavoro che non considera esclusivamente l’aspetto del guadagno e del profitto.

Una spinta verso gli altri, il desiderio sincero di aiutare chiunque, ma in particolare chi si trova in stato di momentanea necessità, lo hanno portato a progettare e realizzare progetti meritevoli di essere conosciuti e presi, ci auguriamo, da esempio per altri animati da uno spirito di aiuto.

Per il sociale

Questo è più di un lavoro

Cristian Sarzi Amadè, il titolare e vera “forza motrice” di Mantova Pane, ha da sempre un approccio alla vita ed al lavoro che non considera esclusivamente l’aspetto del guadagno e del profitto.

Una spinta verso gli altri, il desiderio sincero di aiutare chiunque, ma in particolare chi si trova in stato di momentanea necessità, lo hanno portato a progettare e realizzare progetti meritevoli di essere conosciuti e presi, ci auguriamo, da esempio per altri animati da uno spirito di aiuto.

Progetto

Sapori di Libertà

Diversi anni fa, Cristian decise di dare la possibilità ad alcuni detenuti della Casa Circondariale di Mantova, di seguire un tirocinio nel suo laboratorio e apprendere così il mestiere del panettiere per avere una possibilità concreta di reinserimento nella società civile una volta terminata la pena.

Diversi detenuti hanno aderito alla possibilità negli anni, ed alcuni di questi sono stati assunti come dipendenti d Mantova Pane, una volta liberi.

Nel 2016 si presenta l’opportunità in collaborazione con la Casa Circondariale di Mantova e l’Associazione Libra Onlus di Mantova, di realizzare un panificio interno al carcere.

Cristian si è occupato, e lo fa tutt’ora, di organizzare l’area e l’attrezzatura necessaria, oltre alla costante formazione dei detenuti che hanno voluto aderire alla possibilità di lavorare e apprendere un mestiere direttamente in carcere.

Ad oggi 13 ragazzi sono stati formati direttamente in carcere ed hanno iniziato una nuova vita.

Ad oggi il panificio è attivo, produce giornalmente pane, schiacciatine, focacce e focaccine anche monoporzioni.

Tutti i prodotti vengono messi a disposizione di mense aziendali, scuole e case di riposo del territorio ed anche del veronese.

Progetto

Sapori di Libertà

Diversi anni fa, Cristian decise di dare la possibilità ad alcuni detenuti della Casa Circondariale di Mantova, di seguire un tirocinio nel suo laboratorio e apprendere così il mestiere del panettiere per avere una possibilità concreta di reinserimento nella società civile una volta terminata la pena.

Diversi detenuti hanno aderito alla possibilità negli anni, ed alcuni di questi sono stati assunti come dipendenti d Mantova Pane, una volta liberi.

Nel 2016 si presenta l’opportunità in collaborazione con la Casa Circondariale di Mantova e l’Associazione Libra Onlus di Mantova, di realizzare un panificio interno al carcere.

Cristian si è occupato, e lo fa tutt’ora, di organizzare l’area e l’attrezzatura necessaria, oltre alla costante formazione dei detenuti che hanno voluto aderire alla possibilità di lavorare e apprendere un mestiere direttamente in carcere.

Ad oggi 13 ragazzi sono stati formati direttamente in carcere ed hanno iniziato una nuova vita.

Ad oggi il panificio è attivo, produce giornalmente pane, schiacciatine, focacce e focaccine anche monoporzioni.

Tutti i prodotti vengono messi a disposizione di mense aziendali, scuole e case di riposo del territorio ed anche del veronese.

Progetto

Fattoria

Questo è un progetto in itinere.

Sempre animato dallo scopo di aiutare, Cristian ha immaginato un luogo dove le persone in stato momentaneo di bisogno potessero avere ricovero, potersi rifocillare e successivamente a loro volta aiutare l’ospite nelle sue faccende, rendendosi così utile oltre che a ricevere aiuto.

Da questi presupposti l’idea della Fattoria!

Insieme alla moglie Isabella ha individuato e acquistato il luogo adatto, una cascina con circa 2 ettari di terreno che sono adibiti a frutteti, vigneti, un campo di ortive, un campo di lavanda officinale ed una serra, al centro del terreno costruiremo una stalla per il ricovero di asinelli, caprette, mini-pony, lama ed alpaca.”

La cascina è in fase di ristrutturazione, e una volta terminata, oltre ad essere l’abitazione di Cristian e della sua famiglia, servirà come punto di ristoro per chi fosse in stato di momentanea difficoltà, chiunque.

Ristoro in cambio di aiuto. Una ricetta perfetta per aiutare anche la sanità mentale delle persone.

Progetto

Fattoria

Questo è un progetto in itinere.

Sempre animato dallo scopo di aiutare, Cristian ha immaginato un luogo dove le persone in stato momentaneo di bisogno potessero avere ricovero, potersi rifocillare e successivamente a loro volta aiutare l’ospite nelle sue faccende, rendendosi così utile oltre che a ricevere aiuto.

Da questi presupposti l’idea della Fattoria!

Insieme alla moglie Isabella ha individuato e acquistato il luogo adatto, una cascina con circa 2 ettari di terreno che sono adibiti a frutteti, vigneti, un campo di ortive, un campo di lavanda officinale ed una serra, al centro del terreno costruiremo una stalla per il ricovero di asinelli, caprette, mini-pony, lama ed alpaca.”

La cascina è in fase di ristrutturazione, e una volta terminata, oltre ad essere l’abitazione di Cristian e della sua famiglia, servirà come punto di ristoro per chi fosse in stato di momentanea difficoltà, chiunque.

Ristoro in cambio di aiuto. Una ricetta perfetta per aiutare anche la sanità mentale delle persone.

Mantova Pane

PER IL SOCIALE

DOVE SIAMO